Quali elementi deve contenere un parco giochi per bambini?

Ultimo aggiornamento: 23.06.24

 

Il gioco è probabilmente la prima attività in cui ci imbattiamo da piccoli, che ci permette di conoscere il mondo, che ci fornisce i primi rudimenti per crescere e che dovremmo mantenere per tutto il resto della nostra vita perché, come disse saggiamente Oliver Wendell Holmes Jr. “La gente non smette di giocare perché diventa vecchia; diventa vecchia perché smette di giocare”.

 

Niente di meglio di un parco giochi per la nostra casa in cui scorrazzano i bambini: fin dalla più tenera età, infatti, sarà un luogo fondamentale in cui trascorrere il tempo, imparando a muoversi, a orientarsi nello spazio, a interagire con altri bambini, a fare attività fisica senza che nemmeno si accorgano, aggiungendo benessere psicofisico.

Il primo fattore da prendere in considerazione è ovviamente l’età del bambino: in caso di bimbi molto piccoli, sotto i 3 anni, sarà fondamentale scegliere giochi semplici, se possibile con bordi morbidi e arrotondati, e di piccole dimensioni su cui possano salire e scendere. Per i ragazzini si potranno comprare strutture più complesse, con altezze diverse, di varie tipologie. In entrambi i casi dovremmo tenere ben presente lo spazio che abbiamo a disposizione, metro alla mano, così da creare un’area adeguata e ben attrezzata in cui ogni elemento possa dare il massimo e bambini o ragazzi riescano a vivere ogni metro liberamente.

Il secondo fattore imprescindibile è la sicurezza: ogni elemento, ogni struttura, ogni gioco deve essere conforme ai parametri di sicurezza standard e, nel tempo, non dovrà mancare mai la manutenzione, in modo da accorgersi prontamente se siano necessarie sostituzioni con giochi nuovi, evitando che usura e pezzi precari creino pericoli.

Arrivati a questo punto ci sarà solo da sbizzarrirsi per mettere insieme i giochi che ci sembrano più adatti e divertenti, così da creare un ambiente diversificato e colorato. Ogni parco giochi, piccolo o grande che sia, può essere totalmente personalizzato, anche se per renderlo davvero accattivante ci sono alcuni pezzi che non possono mancare:

Scivoli che si adattano a ogni età

Giostre di vari tipi con diverse attività

Altalene, dalle più basse a quelle più alte

Dopo aver scelto i pezzi che ci interessano, è fondamentale che la base su cui poggiano sia di un materiale antiurto e resistente, così che in caso di una caduta accidentale venga assorbita all’istante. Il materassino o pavimento deve essere assolutamente di alta qualità, così da durare nel tempo. 

Oltre ai singoli elementi, possiamo anche scegliere strutture complete che abbiano già incorporato tutto quello che ci occorre, tipo l’immancabile parco giochi con torretta Buckley Hill, un classico, in legno o altro materiale, così da risparmiare tempo e varie misurazioni, ottenendo un “effetto wow” immediato per i nostri bambini. 

Invece per i più grandi sarà un’ottima idea inserire anche una parete di arrampicata con corde e una struttura a molle per tuffi e rimbalzi: un modo perfetto per buttare fuori tutta l’energia possibile! Per prendere qualche buono spunto, basta dare un’occhiata su https://gardenway.it/giochi-da-giardino così da farsi un’idea mentre progettiamo il nostro parco giochi.

Ultimo consiglio: sarebbe perfetto poter inserire nell’area anche qualche seduta, tipo panchine da esterni, così da poter controllare i bambini più piccoli e godersi le acrobazie dei ragazzini più grandi, partecipando e divertendosi tutti assieme.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI