I 4 migliori microscopi per bambini del 2020

Ultimo aggiornamento: 24.09.20

41

 

Microscopi per bambini – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2020

 

Dai un’occhiata ai due microscopi per bambini che ci sono sembrati più interessanti: Bresser Junior Stereo 8852000 è alimentato a batteria e, quindi, può essere usato anche lontano da una presa di corrente. Ingrandisce fino a 20 volte ed è compatto e leggero. In alternativa, ti potrebbe interessare Aoshijie C2121, molto economico, semplice da usare e trasportare, è adatto anche ai bambini in età prescolare.

 

 

 

 

I 4 migliori microscopi per bambini – Classifica 2020

 

Molto utile per la scuola e la formazione della persona, questo strumento che insegna divertendo è sicuramente un bel regalo da fare ai tuoi figli. Non è però facile decidere quale microscopio per bambini comprare, data la grande varietà di prodotti venduti on line. Il segreto è scegliere un modello riccamente accessoriato, in modo da permettere ai ragazzi una grande varietà di osservazioni.

 

1. Bresser Junior Stereo 8852000

 

Convince soltanto a guardarlo, grazie al bel design che lo fa sembrare molto serio e professionale.

In verità è un semplice giocattolo che permette di scoprire gli oggetti della nostra quotidianità come monete, foglie, insetti, o di ammirare le strutture affascinanti e misteriose di minerali e cristalli.

Ingrandisce fino a venti volte ed è dotato di illuminazione a batteria, di modo che è possibile utilizzarlo anche in posti senza presa di corrente come un giardino o il bosco vicino a casa.

Ha un ingombro e un peso minimo (circa 20 centimetri per meno di 1 kilo), cosa che lo rende facilmente trasportabile nello zaino durante un trekking naturalistico e comodo da portare a scuola per le ore di scienze naturali.

La scelta del design con binoculari permette, tra l’altro, la manipolazione diretta degli oggetti. Robusto e semplice, è sicuramente uno dei migliori microscopi per bambini del 2020.

Rivediamo adesso quali sono le qualità e i difetti di questo Bresser che non poteva mancare nella nostra classifica per scegliere il miglior miscroscopio per bambini.

 

Pro

Design: Il look molto professionale e serio di questo modello può essere un’attrattiva per i bambini più grandi ai quali sembrerà di avere un vero e proprio microscopio per i loro esperimenti.

Ingrandimento: La lente può ingrandire l’immagine dell’oggetto fino a 20 volte, così il bambino potrà vedere tutti i dettagli e portare avanti le sue piccole analisi in modo preciso.

Pratico: Può essere portato in zaino senza che ingombri troppo spazio, mentre il peso ridotto non affaticherà il bambino quando dovrà portarlo a scuola.

 

Contro

Batterie: Alcuni utenti hanno lamentato la mancanza di batterie nella confezione che andranno acquistate separatamente.

Acquista su Amazon.it (€53,99)

 

 

 

2. Aoshijie C2121 

 

Facendo una comparazione tra le diverse offerte risulta uno dei modelli più economici, considerando anche la discreta dotazione di accessori tra cui dei vetrini già preparati.

È dotato di illuminazione e si può regolare su tre diversi livelli di ingrandimento, il che permette l’osservazione dei classici reperti biologici adeguata per dei bambini.

Essendo realizzato totalmente in plastica è molto leggero, un vero e proprio giocattolo che può andare bene per gli studenti delle elementari o anche per la fascia prescolare. Anche se il produttore è cinese, è costruito rispettando le norme della UE.

Non mancano le recensioni negative: alcuni utenti lamentano la mancanza di un libretto di istruzioni.

Trattandosi di un giocattolo per bambini piuttosto piccoli, non ci si può aspettare performance sorprendenti ma proporzionali al prezzo di vendita.

Se stai cercando un modello dal prezzo aggressivo, potresti aver davvero trovato quello che fa per te. Confronta i pro e i contro e, se non sai dove acquistare questo microscopio, dai un’occhiata al link suggerito con un’offerta interessantissima.

 

Pro

Prezzi bassi: Si tratta di uno dei modelli più economici in circolazione. D’altronde il prezzo può essere giusto visto che stiamo pur sempre parlando di un giocattolo e non di un vero microscopio.

Accessori: Nonostante il prezzo ridotto, questo modello viene venduto con una buona dotazione di accessori tra i quali dei vetrini pronti per l’uso.

Ingrandimento: Può essere regolato su tre livelli diversi che permettono al bambino di osservare gli oggetti con attenzione.

 

Contro

Plastica: Si tratta di un vero e proprio giocattolo di plastica, non aspettarti quindi un oggetto resistente a urti o cadute.

Manuale: Nella confezione non è presente il manuale d’istruzioni che pure è importante per capire subito tutte le funzionalità di questo strumento.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Edutoys DG 030188

 

Tra i consigli di acquisto su come scegliere un buon microscopio per bambini c’è sicuramente quello di verificare gli accessori, in quanto la funzione educativa del giocattolo sta proprio negli esercizi che propone.

L’inglese Edutoys non pecca sotto questo profilo: il prodotto è infatti dotato di un ricco set di accessori che permettono di giocare al premio Nobel in biologia compiendo moltissime esperienze interessanti.

Il corpo in metallo rende l’apparecchio alquanto robusto mentre la valigetta porta oggetti si rivela all’atto pratico decisamente utile.

Certo, non aspettarti uno strumento capace di vere osservazioni scientifiche, per le quali si ci deve per forza spostare su strumenti più sofisticati. L’unico vero aspetto negativo che abbiamo trovato è il prezzo, che è decisamente superiore alla media.

Potrai valutare se la spesa vale la resa controllando il confronto tra i pro e i contro di questo modello, riportati in base ai pareri degli utenti che lo hanno acquistato e provato e valutare bene se sarà questo il nuovo microscopio da regalare a tuo figlio o a un nipotino.

 

Pro

Accessori: Il microscopio è munito di un notevole numero di accessori grazie al quale il tuo piccolo biologo potrà sbizzarrirsi in una miriade di esperimenti.

Robusto: A differenza di altri microscopi per bambini, questo si presenta con un corpo in metallo che lo rende resistente e duraturo.

Valigetta: Viene venduto con una valigetta porta oggetti grazie al quale il tuo bambino potrà trasportare facilmente tutto il kit.

 

Contro

Prezzo: Questo modello ha un prezzo piuttosto alto per un giocattolo, consigliato solo se sai che tuo figlio lo utilizza anche a scuola e non solo ogni tanto per divertimento.

Acquista su Amazon.it (€49,95)

 

 

 

4. Bresser junior set

 

Ripropone il design monoculare dei microscopi classici e dispone di tre diverse lenti, che però non arrivano a una potenza tale da far uscire lo strumento dal novero dei giocattoli nonostante la buona volontà della presentazione del produttore.

Molto apprezzato nei vari commenti e recensioni il kit degli accessori, che permette a tutti gli studenti delle elementari e delle medie di farsi le ossa in biologia.

Una caratteristica importante è quella di poter proiettare le immagini ingrandite. Tuo figlio potrebbe in questo modo apprendere a fare delle belle presentazioni, un’abilità che sarà molto apprezzata nella vita adulta quando entrerà in azienda.

Il prezzo è superiore alla media della fascia di prodotto, ma nel complesso appare adeguato alla qualità dell’apparecchio.

Il design è il punto di forza di questo modello. Ecco quali sono le altre caratteristiche principali.

 

Pro

Design: L’oggetto sembra davvero un microscopio, grazie al suo design monoculare e alle tre lenti che permettono di guardare l’oggetto con diversi livelli di ingrandimento.

Kit: Gli accessori sono stati molto apprezzati dagli utenti che lo hanno acquistato. Il kit si rivela molto utile per studenti che frequentano le elementari o le medie.

Proiezione: Una funzione davvero interessante è quella che permette di proiettare le immagini sulla lente in modo da poterle mostrare ad altre persone.

 

Contro

Materiali: Alcuni utenti non si sono detti soddisfatti dalla qualità dei materiali di costruzione che non sono certo di primissima scelta.

Acquista su Amazon.it (€44,99)

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior microscopio per bambini

 

Esplorare il mondo alle scale più piccole è un’attività formativa molto divertente e decisamente utile ai fini del curriculum scolastico, e che nel tempo può diventare una vera e propria passione e poi scelta di lavoro e di vita. Se hai deciso di regalare un microscopio ai tuoi bambini ma non sai che modello scegliere, non guardare troppo alla risoluzione, che è più o meno standard per ogni prodotto, ma agli accessori e al materiale di accompagnamento, i due fattori che decidono del valore educativo dello strumento.

In questa guida cercheremo di darti delle indicazioni sulle caratteristiche più importanti da tenere a mente in fase di acquisto, mentre nella nostra classifica troverai delle brevi recensioni su quelli che per noi sono attualmente i migliori microscopi per bambini disponibili sul mercato.

Riccamente accessoriato

La caratteristica principale che distingue uno strumento professionale o amatoriale da quelli per i più piccini è, oltre alla diversa potenza, la presenza di tutta una serie di materiali e attrezzi come vetrini già preparati, pinzette e provette che permettono di fare le prime esperienze di tipo formativo/didattico nel settore delle scienze naturali.

Nei prodotti di miglior marca sono addirittura disponibili una serie di percorsi guidati alla scoperta dell’estremamente piccolo, con manuale, campioni istologici già pronti ed esperimenti da riprodurre in casa che, oltre a insegnare la biologia ai tuoi figli, li faranno giocare e divertire.

La prima cosa che guarderai prima ancora del prezzo saranno pertanto gli accessori e il programma di esercizi che il produttore propone assieme al microscopio.

 

Meglio se robusto

Come per tutti i prodotti per bambini, i materiali utilizzati possono essere diversi. Confronta i prezzi, e scoprirai tra l’altro che i modelli in plastica sono più economici di quelli in metallo. Quali scegliere tra i due? Indubbiamente gli strumenti realizzati in metallo sono più resistenti e spesso anche più precisi, e non pongono i problemi di tossicità che sono in genere associati alle sostanze sintetiche.

Se però i tuoi bambini sono piccoli e il produttore è serio – quindi certificato ISO non solo per i prodotti ma anche per i processi – e dichiara di utilizzare sostanze atossiche, potresti partire con un microscopio in plastica. Nel caso che poi il gioco diventasse per i tuoi figli passione e vero interesse, sarai sempre a tempo a sostituirlo con un modello più avanzato che potrà accompagnarli fino alle prime esperienze di laboratorio delle scuole superiori.

Non scordarti di dare un’occhiata anche alla qualità dell’illuminazione, agli obiettivi e alle risoluzioni disponibili. Se ti è possibile, verifica di persona provando lo strumento oppure controlla leggendo le recensioni lasciate dagli utenti.

Digitale o tradizionale?

La tecnologia digitale ha ovviamente rivoluzionato anche questo settore permettendo alle migliori marche di introdurre modelli che si interfacciano al computer, o che consentono di proiettare le immagini su schermo o di vederle su un display LED.

Sono funzioni che, anche se un po’ troppo avanzate per dei bambini piccoli, risultano invece molto utili a degli adolescenti o agli studenti delle superiori. Diventa infatti possibile non solo fotografare i campioni e organizzare un vero e proprio archivio dati, ma addirittura preparare delle belle presentazioni in Power Point o creare relazioni scientifiche interessanti e ben documentate.

Anche in questo caso, ci regoleremo in base all’età e all’interesse effettivamente mostrato dai nostri figli verso la materia, preferendo uno strumento più semplice in una fase iniziale per poi passare nel caso a un microscopio più complesso.

 

 

 

Come utilizzare microscopio per bambini

 

Ecco un regalo interessante, istruttivo e diverso dai soliti che può incuriosire un bambino e nello stesso tempo arricchirlo e stimolarlo intellettualmente. I microscopi rimangono dei giocattoli, per cui non hanno prestazioni strabilianti. Tuttavia, se il bimbo si dimostra davvero curioso, non mancherà la possibilità di acquistarne uno più professionale. Dai un’occhiata in alto per scoprire i modelli secondo noi più interessanti. Qui di seguito trovi invece alcuni consigli che ti potrebbero interessare.

Componenti

Prima di acquistare un modello potrebbe esserti d’aiuto individuarne le varie componenti, a cominciare dalle lenti: quella a contatto con l’occhio si chiama oculare, quella più vicino all’oggetto da osservare si chiama obiettivo. Un microscopio, anche se giocattolo, dovrebbe presentare più obiettivi, ognuno con un ingrandimento diverso. Poi c’è un sistema di illuminazione – solo uno specchio o anche un condensatore – che concentrano la luce naturale e artificiale sull’oggetto da osservare che deve essere trasparente e posto su un vetrino.

 

Stereomicroscopio

Abbiamo finora parlato solo di un tipo di microscopio, quello ottico composto, ma ce n’è un altro, detto stereomicroscopio. La differenza tra i due sta nel fatto che il primo osserva l’oggetto da un’unica direzione, mentre l’altro lo osserva da due angoli diversi e pertanto avrà sempre due oculari. Il campione apparirà in forma tridimensionale, nel caso dei microscopi composti sarà invece piatto, senza volume.

Il microscopio stereoscopico è più adatto all’osservazione di oggetti visibili anche a occhio nudo come un insetto, una pianta, un fiore che sono immediatamente osservabili senza la preparazione del campione e del vetrino.

 

Ingrandimento

Per quanto riguarda, in particolare, l’ingrandimento va detto che su ogni obiettivo è riportata un’indicazione, per esempio 40x: significa che quell’obiettivo ingrandirà l’oggetto da osservare di 40 volte. Anche l’oculare ingrandisce ulteriormente questa immagine: se l’oculare, poniamo, ha un ingrandimento di 10x, l’oggetto verrà complessivamente ingrandito di 400 volte (40 x 10). Ma va detto che i modelli per bambini non arrivano a un fattore del genere.

 

Come usare il microscopio ottico

Per prima cosa bisogna preparare il vetrino versando una goccia di liquido da esaminare, per esempio acqua con microorganismi, o sezioni sottilissime di tessuto o altri oggetti preventivamente tagliati. Il vetrino va poi fissato all’apposito supporto con le molle integrate e coperto da un altro vetrino. A questo punto bisogna orientare lo specchietto perché illumini il campione.

Ecco che si può cominciare l’osservazione avvicinando l’occhio all’oculare e partendo con l’ingrandimento minimo. Potrebbe poi essere necessario regolare la messa a fuoco e spostare il vetrino per osservare anche altre parti dell’oggetto. È sorprendente la curiosità che molti bambini dimostrano quando scoprono che esistono cose non visibili a occhio nudo.

Alimentazione

Un’ultima notazione la riserviamo all’alimentazione del microscopio: meglio puntare sui modelli alimentati a batteria o con doppia alimentazione, corrente e batteria. In questo modo sarà possibile usarli praticamente ovunque, anche lontano da una presa elettrica.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona un microscopio per bambini?

A differenza di modelli più professionali, i microscopi per i più piccoli sono pensati in modo da offrire una soluzione performante e al tempo stesso sicura.

Alcuni prodotti vantano una tecnologia digitale, quindi che permette ai bambini di utilizzarli sfruttando le funzioni tramite un display LCD, mentre tanti altri sono analogici, quindi vantano una praticità differente.

Nonostante ogni modello sia diverso dall’altro, possiamo affermare che il microscopio per bambini funziona grazie a un obiettivo che può arrivare anche a osservare un oggetto, ingrandendolo anche di 40 volte la sua dimensione.

Questo avviene grazie a particolari vetrini e lenti in vetro, pensati dalle aziende per offrire il massimo della qualità.

Quali caratteristiche dovrebbe avere un microscopio per bambini?

Chi vuole fare un regalo istruttivo ai più piccoli, ma non sa quale microscopio per bambini comprare, deve innanzitutto valutare gli accessori inclusi nella confezione. Inoltre, è altrettanto importante che sia robusto e delle giuste dimensioni, altrimenti il rischio che dopo pochi utilizzi smetta di funzionare è alto.

Per questo motivo, nonostante i materiali con cui è realizzato il microscopio per bambini siano diversi da un prodotto all’altro, il metallo conferisce una resistenza e una tenuta maggiore al dispositivo.

In più, altre due caratteristiche che deve avere sono: una vasta gamma di risoluzioni disponibili e la certificazione ISO.

 

Cosa si può vedere con un microscopio per bambini?

Spesso nelle confezioni di microscopi per bambini, alcune aziende includono anche dei piccoli esperimenti o degli esempi di campioni istologici su cui i più piccoli possono esercitarsi.

In linea teorica, con questo dispositivo si possono osservare da vicino le fibre degli ortaggi, come anche i nei sopra la pelle oppure qualche batuffolo di polvere, le trame del legno e così via.

Ricordate che i microscopi per bambini più venduti raggiungono la massimo 40x di risoluzione, e che invece i microrganismi o altri elementi chimici più piccoli si possono osservare solamente con dispositivi che raggiungono 600x e oltre.

 

Dove comprare un microscopio per bambini?

Capire come scegliere un buon microscopio per bambini è il primo passo per chi vuole acquistarne uno, ma dopo diventa certamente importante capire dove si trovano e quindi capire come comprarne uno.

A tal proposito, vi consigliamo di dare un’occhiata alle proposte che si trovano su Internet, perché esistono prodotti che vantano un buon rapporto qualità/prezzo, difficile da trovare nei negozi fisici.

In ogni caso, se prima di acquistare un dispositivo come questo volete testare qualche funzionalità, allora ci sono aziende specializzate che propongono le loro offerte anche nei supermercati e ipermercati in tutta Italia.

 

Cos’è il microscopio stereoscopico?

A differenza dei comuni dispositivi venduti online e in negozio, esistono modelli di microscopio un po’ più particolari: questo è il caso del dissezionatore o stereomicroscopio. 

Con questo apparecchio, i campioni si possono osservare attraverso due percorsi ottici, e soprattutto grazie a una luce riflessa dall’oggetto, con il vantaggio di poter esaminare anche composti più spessi oppure opachi.

Un microscopio stereoscopico riesce a raggiungere una risoluzione fino a 100x, perciò vanta anche un’ampia profondità di campo che può essere fissa e variabile. Si tratta quindi di un dispositivo ideale sia per grandi appassionati della ricerca e sia per professionisti alle prime armi.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Clementoni 12734

 

È qualcosa di più di un microscopio. Si tratta infatti di una suite per l’osservazione di campioni microbiologici completa di provette, vetrini e pinzette, e con ben cinquanta esperimenti già pronti pensati apposta per dei bambini.

Se cerchi un giocattolo educativo, e hai un figlio che va alle elementari, sei dunque sulla strada giusta. Non è però il miglior microscopio per dei ragazzi che vanno al liceo, essendo disponibili in commercio degli strumenti più potenti e complessi.

Le recensioni degli utenti segnalano una certa difficoltà nella messa a fuoco, che va, almeno in una fase iniziale, effettuata da un adulto.

Molti sono invece gli acquirenti soddisfatti per la varietà del materiale di supporto, che permette una esplorazione del mondo naturale abbastanza vasto, confermandone la validità dal punto di vista formativo.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments