Alcune ottime attività ricreative per i bimbi più piccoli

Ultimo aggiornamento: 12.04.24

 

Tutti noi abbiamo iniziato a giocare e a scoprire il mondo fin dalla più tenera infanzia. Siamo rimasti letteralmente a bocca aperta davanti ai primi animali che abbiamo incontrato e abbiamo fatto delle smorfie quando abbiamo assaggiato per la prima volta un limone. Anche i bambini di oggi si comportano allo stesso modo, nonostante siano molto più stimolati di quello che eravamo noi, genitori moderni che ancora veniamo coinvolti dalle luci e dai colori quando ci mettiamo davanti a una console o quando iniziamo a giocare a Crazy Time live.

Ma se non si vuole mettere il proprio pargolo di fronte a uno schermo, cosa si può fare, concretamente, per fargli passare il tempo in modo creativo e costruttivo?

 

L’uso delle mani è importante

Se il bambino è ancora molto piccolo, sarà importante aiutarlo nella fase di esplorazione con le mani. Ovviamente bisognerà scegliere giochini adatti alla sua fascia d’età e che scongiurino qualsiasi tipo di pericolo. Una volta che vi sarete accertati di questo, fategli provare un peluche morbido, un dado un po’ più duro e qualsiasi oggetto col quale potrà sviluppare una presa sicura.

Sicuramente interessanti sono quei giochi che, una volta agitati, generano un piacevole rumore per il bimbo. Dei sonagli con la sabbia possono essere un divertente passatempo per ore e ore e vostro figlio inizierà ad associare il movimento con il suono generato. Capirete senz’altro se si diverte, dallo splendido sorriso che apparirà sul suo angelico viso.

 

Scoprire odori e sapori

Un altro modo di farlo incuriosire nei confronti del mondo che lo circonda è quello di fargli assaporare odori e sapori. Scegliere il cibo adatto è fondamentale. Sarete in grado non solo di capire cosa gli interessa in modo particolare ma potrete anche fare in modo che alcune pietanze diventino familiari e il bambino sarà in grado di riconoscerle nel tempo.

Sottoponete al piccolo i vari odori della frutta, della verdura fresca e anche di qualche cibo intrigante. Vedrete dal suo sguardo un certo interesse (o meno) nei confronti di un alimento. Naturalmente, potete anche scegliere un detersivo neutro e non troppo aggressivo, ma comunque molto piacevole all’olfatto per lavare i suoi vestitini, la copertina che porta sempre con sé o i diversi animali di pezza, che a causa della polvere e degli acari che si accumulano con costanza, vanno igienizzati a dovere.

Conoscere il mondo

Oltre al tatto, l’odorato e l’olfatto, i bimbi piccoli dovranno anche iniziare a conoscere il mondo. Fate iniziare il vostro piccolo dalle zone circostanti casa vostra, purché siano sicure e stimolanti. Da qui, iniziate a scoprire assieme a lui o a lei il mondo che dovrà affrontare quando sarà più grande.

Di certo, portare il bimbo al parco giochi è un’attività molto gradita, ma iniziate a fargli percorrere anche piccole gradinate, sempre tenendolo per mano, fatelo camminare a piedi nudi sull’erba o sulla sabbia e, nel caso in cui d’inverno abbiate la fortuna di vederne cadere molta, accompagnatelo a una piccola escursione sulla neve.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI