Come fare le bolle di sapone in casa

Ultimo aggiornamento: 19.09.21

 

Sono un divertimento senza tempo e possono essere realizzate con pochi e semplici ingredienti da tenere in casa al bisogno

 

Le bolle di sapone si fanno con poco sforzo e offrono il massimo divertimento. Si possono acquistare le boccette di liquido già pronto, oppure si possono fare in casa aggiungendo all’acqua e sapone semplici ingredienti. In alcuni casi, specie chi lavora con gli spettacoli di bolle di sapone, la soluzione deve essere più stabile e quindi necessita un bilanciamento specifico. Per far divertire i bambini basta poco e un calzino vecchio per ottenere risultati perfetti.

Si sa che le bolle di sapone fatte in casa possono non essere all’altezza delle aspettative. Non sempre è facile mischiare bene e ottenere una soluzione stabile, anche se si fa di tutto per riuscire. Per questo motivo, è possibile puntare sull’effetto divertente della schiuma prodotta a partire da una ricetta che non è venuta benissimo.

 

Le regole per una buona ricetta delle bolle di sapone

Non basta mischiare acqua e detersivo per i piatti per avere bolle di sapone fai da te. Non tutti sanno, infatti che il sapone per bolle deve avere delle caratteristiche precise. Per esempio, deve contenere glicerina. Questo ingrediente che può essere di origine sintetica, quindi derivare dal petrolio, o vegetale, è necessario per dare maggiore stabilità alla superficie della bolla. Altrimenti scoppia prima di prendere il volo!

Il detersivo per i piatti, inoltre, è quello più ricco di tensioattivi cioè gli ingredienti dall’alto potere schiumogeno che permettono di sgrassare le stoviglie a fondo. Per questo è l’ingrediente principe in gran parte delle ricette casalinghe. A volte la glicerina è già contenuta in questi detergenti, ma la legge non obbliga a scriverlo in etichetta. Per questo è utile fare alcune prove con saponi diversi prima di scoprire quale sia la più adatta allo scopo.

Ricetta professionale per le bolle di sapone

Questa è la versione casalinga che più si avvicina al composto usato dagli animatori durante le feste a base di giochi con le bolle di sapone. Prevede l’utilizzo di ingredienti comuni, più il tocco segreto della glicerina da aggiungere al composto.

Ingredienti

♦ 200 ml di acqua, di rubinetto o distillata

♦ 50 ml di detersivo per piatti concentrato

♦ 1 cucchiaio di glicerina o glicerolo vegetale

 

Il re dei giochi per bimbi di 2-3 anni si prepara in un baleno, basta mischiare tra loro gli ingredienti. Quindi è utile lasciare riposare il composto affinché si stabilizzi. In questo modo il legame chimico tra i diversi elementi si farà più stabile e l’eventuale aria inglobata mescolando, uscirà dal liquido per le bolle di sapone.

I contenitori riciclati andranno bene per contenere il liquido prodotto e fare le bolle. Ma è bene sapere che è possibile ottenere buoni risultati anche con altri strumenti non convenzionali. Per esempio, si può soffiare l’aria con una cannuccia, a patto di far attenzione a non bere il sapone. Oppure si possono usare delle bacchette alle cui estremità è stata fissata una cordicella. Dall’occhiello che si forma è possibile far volare via delle bolle.

Con le bolle si possono anche fare i primi esperimenti di fisica. Anche se non serve un diploma per capire come fare le bolle di sapone, è interessante far notare al bambino che la forma sferica rimane immutata anche se si usano supporti di altra forma geometrica. Non si ottengono dei cubi soffiando in sagome di forma quadrata!

 

Se manca il glicerolo

Non avete la glicerina ma volete sapere come fare il sapone per le bolle? Le alternative in questo caso possono essere varie e dipendere molto dal tipo di sapone utilizzato. Oltre a scegliere un sapone di base che contenga già la glicerina, più frequente nelle formulazioni per le mani o il corpo, si può aggiungere qualche ingrediente di più facile reperibilità. Per esempio, al composto citato sopra si può aggiungere un cucchiaino di maizena, l’amido di mais. Oppure è possibile preparare una soluzione per fare le bolle sciogliendo in quattro tazze di acqua tiepida mezza tazza di zucchero bianco e mezza tazza di detersivo per i piatti.

Non manca chi riesce a ottenere buoni risultati mischiandolo solo il sapone per i piatti con l’acqua del rubinetto. Ancora una volta, sono i tentativi e l’esperienza a rendere possibile un buon risultato.

Infine, il lievito aiuta a realizzare un composto più stabile da usare per realizzare bolle di sapone giganti. In questo caso è bene valutare bene il tipo di materiali e l’attrezzatura da combinare con queste soluzioni per ottenere effetti scenici di maggiore effetto.

L’alternativa per non restare delusi

Tra le frustrazioni più fastidiose, tanto per il bimbo che per l’adulto che giocano insieme, è di non riuscire a formare le bolle. Per questo è utile testare il proprio composto ed eventualmente aggiustarlo, aggiungendo sapone o aspettando che la schiuma in superficie si disperda. Un altro metodo per ottenere buoni risultati è cambiare completamente strategia. Inglobando l’aria all’interno del liquido si otterrà sicuramente della schiuma, anche questa con un alto tasso di spasso e divertimento assicurato.

È sufficiente fissare un vecchio calzino, meglio se ben spesso per esempio di spugna, a un tubo di cartone riciclato. Intingerlo nel sapone e soffiare all’interno. Il risultato che si ottiene così è un serpentone di schiuma da far svolazzare in aria.

Altro vantaggio di questo sistema, la schiuma così ottenuta si può anche colorare. Basta intingere il calzino nel colore a tempera prima di immergerlo nella saponata. Il risultato è davvero sorprendente e di grande effetto sui più piccoli.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI