Burraco: regole e trucchi per vincere nei tornei

Ultimo aggiornamento: 19.09.21

 

Il Burraco è un gioco di carte molto divertente, da fare con amici o in famiglia. Se non conoscete le regole, date un’occhiata a questo articolo.  

 

Regole Burraco in 4

Il gioco del Burraco appartiene alla famiglia della Pinnacola, è di origini uruguayane ed è molto diffuso e apprezzato in Italia. Solitamente il Burraco prevede quattro giocatori schierati in due coppie e due mazzi di carte francesi.
Esistono anche delle varianti come quella a tre giocatori, ma in questo articolo tratteremo della classica versione a quattro persone.

 

Come si gioca il Burraco

Le regole di gioco del Burraco non sono difficili, basta memorizzarle bene all’inizio, poi una volta che si fanno un paio di partite, viene naturale giocare. Vediamo insieme tutto il regolamento passo per passo.


Le carte

Nel Burraco italiano vengono utilizzati due mazzi di carte francesi inclusivi di jolly; in totale si usano 108 carte.

 

Terminologia di gioco

– Smazzata:

Parte del gioco che ha inizio con la distribuzione delle carte e che termina con il calcolo dei punti.

 

– Giocata:

Ovvero la carta mostrata scoperta da un giocatore.

 

– Mano:

Indica il turno nel quale i quattro giocatori effettuano una giocata.

Distribuzione delle carte da gioco

Quante carte si danno a Burraco? Innanzitutto è necessario nominare un mazziere. Questi dovrà distribuire le carte in senso orario e nello stesso senso dovrà procedere la designazione del mazziere successivo.
Il mazziere deve mescolare le carte e creare due mazzetti detti “pozzetti” da 11 carte ciascuno, che devono essere posizionati in maniera incrociata uno sopra l’altro al centro del tavolo. Le carte dei pozzetti devono essere prelevate dal fondo del mazzo principale.
A questo punto il mazziere deve distribuire 11 carte a ogni giocatore, prelevandole dalla testa del mazzo. Fatto ciò, una carta viene scoperta al centro del tavolo, in modo da creare quello che sarà il “monte degli scarti”. Terminata la distribuzione, il mazzo rimanente (detto “tallone”) deve essere collocato accanto ai pozzetti.

 

Il gioco ha inizio

Il primo ad aprire la partita è il giocatore seduto alla sinistra del mazziere. Terminato ogni turno, il gioco procede in senso orario.

Ogni mano è caratterizzata da tre passaggi obbligatori: la pescata, uno o più appoggi (o nessuno), lo scarto. La pescata prevede il prelievo di una carta coperta dal tallone oppure la raccolta di tutte le carte scartate. A questo punto il giocatore ha la facoltà di aprire dei nuovi giochi o di allungare dei giochi già aperti da lui o dal suo compagno di squadra.
Per chiudere un turno di gioco e passare a quello successivo, è necessario scartare una carta.

 

Come aprire nuovi giochi

Un gioco aperto deve essere formato da un minimo di tre carte dello stesso seme, disposte in sequenza (scala) oppure da tre carte di seme diverso, purché dello stesso valore (combinazione).
Non è possibile appoggiare in maniera separata delle combinazioni che si possono legare ad altri giochi già aperti sul tavolo. In una scala, l’asso può essere posizionato dopo il K o prima del 2. I jolly e i 2 equivalgono a delle “matte”, pertanto possono assumere qualsiasi valore.
In un gioco può essere presente solo una matta. I 2 sono detti anche “pinelle” e non possono fungere da matte se si trovano nella loro posizione naturale.

 

Come allungare dei giochi già aperti

È possibile allungare dei giochi già esistenti a terra, purché si rispettino le combinazioni di quella linea. Le matte possono essere rimpiazzate solo dalle carte che rappresentano. È possibile allungare i giochi aperti dalla propria linea ma non quelli della linea avversaria.

Burraco

Viene chiamato Burraco, un gioco formato da almeno sette carte.

 

Tipi di Burraco

– Burraco puro o pulito:

Composto da sette carte dello stesso valore o da almeno sette carte in sequenza dello stesso seme, senza jolly né pinelle.

 

– Burraco semi-pulito:

Composto da almeno otto carte (con jolly o pinelle) in sequenza o combinate. Sette carte però devono essere in sequenza pulita, senza jolly né pinelle.

 

– Burraco impuro o sporco:

Composto con l’aiuto di jolly o pinelle.

 

Pozzetto

I pozzetti vengono prelevati quando le carte in mano si esauriscono. È possibile esaurire le carte in due modalità ovvero scartandone una (pozzetto con scarto) oppure senza scartare (pozzetto al volo o in diretta).
Il primo si preleva alla fine del proprio turno e può essere giocato soltanto al turno successivo. Il pozzetto in diretta invece, viene preso quando si esauriscono tutte le carte in un giro; in questo caso è possibile giocare subito il pozzetto.

 

Chiudere la smazzata

Per effettuare la chiusura della smazzata, è necessario esaurire le carte in mano due volte. Non è possibile chiudere se non si è effettuato almeno un Burraco. Inoltre per chiudere occorre scartare sempre una carta e non deve essere una matta.

Il tallone

Una sessione di gioco può terminare anche quando restano soltanto due carte nel tallone. L’ultimo a giocare è colui che scarta quando sul tavolo rimangono due carte.

 

Punti carte burraco

Al termine di ogni smazzata vengono calcolati i punti del burraco di ciascuna linea. Innanzitutto bisogna sommare i punti delle carte appoggiate dalla linea; poi si sottrae la somma dei punti delle carte rimaste in mano ai due membri di una squadra.

 

Valore delle carte:

– Carte dal 3 al 7 (5 punti)

– Carte dall’8 al K (10 punti)

– Asso (15 punti)

– Pinella (20 punti)

– Jolly (30 punti)

 

Punteggi Burraco:

– Burraco reale (300 punti)

– Burraco super (250 punti)

– Burraco pulito (200 punti)

– Burraco semi-pulito (150 punti)

– Burraco sporco (100 punti)

 

Punteggi chiusura:

– Chiusura (100 punti)

– Mancata presa del pozzetto (-100 punti)

 

Fine partita

Se si stabilisce un numero massimo di smazzate, vince la squadra che alla fine di queste ha totalizzato più punti.

Se si stabilisce un totale di punti da raggiungere, vince la squadra che per prima supera il punteggio previsto.

In caso di parità, si gioca una smazzata di spareggio e in questo caso vince chi totalizza più punti.

Qualora dovesse verificarsi un’ulteriore parità, si dovrà procedere con un’altra smazzata e così via.

Come ricordare le carte a burraco

Dopo aver dato un’occhiata alle regole del gioco del burraco, è facile intuire che non si tratta di un semplice gioco da tavolo per bambini. Infatti è necessario avere una buona memoria e tenere a mente tutte le carte man mano che escono.
Un trucchetto per ricordare i semi delle carte, consiste nel memorizzare il seguente acrostico: “Come Quando Fuori Piove”. Tale componimento richiama la corretta sequenza dei semi, ovvero Cuori, Quadri, Fiori e Picche. Inoltre, per ciascun seme ci sono le carte dall’asso al 10, seguite da fante, donna e re.

 

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI