Hockey su pista in Italia: tutto quello che c’è da sapere

Ultimo aggiornamento: 21.01.21

 

Volete intraprendere questo sport ma non ne sapete ancora abbastanza? Date un’occhiata alle regole e all’equipaggiamento indispensabile per praticarlo

 

L’hockey su pista nasce in Inghilterra come variante di quello sul ghiaccio: fu nel 1905 che si diede vita alla prima organizzazione, per cui da quel momento questo sport si diffuse anche in Belgio, Francia, Svizzera e Germania.

Analizziamo meglio di cosa si tratta e cosa serve per praticarlo.

 

Il regolamento

Come in tutti gli sport che si rispettino, anche in questo sono presenti delle regole da rispettare, per esercitare bene il proprio ruolo. L’ultima revisione, da parte del FISR, cioè la Federazione Internazionale degli Sport Rotellistici, risale al 2018 e consiste in quello che andremo a specificare tra poco.

In primo luogo devono esserci due squadre, ognuna composta da cinque giocatori, e la palla deve essere colpita solo con la parte curva del bastone. Può inoltre essere toccata da altre parti del corpo, a esclusione delle braccia, ma questa regola non vale per il portiere, che invece può usarle.

Il nuovo regolamento, entrato appunto in vigore nel 2018, prevede una serie di cambiamenti, ovvero:

1. La gestione dell’inferiorità numerica

Non può più esserci la contemporaneità di due periodi di inferiorità numerica per la stessa squadra, quindi non potrete giocare se siete rimasti in cinque contro tre e così via. L’unico caso in cui è permesso comunque il gioco è quando ci si trovi in cinque contro quattro o quattro contro quattro.

Se un giocatore viene ammonito o subisce un procedimento disciplinare in una situazione di inferiorità numerica e la squadra non ha dei sostituti, la partita deve essere interrotta, proprio perché ogni squadra deve avere almeno quattro giocatori in campo.

Ma quanto dura la situazione di inferiorità numerica in campo? Si tratta di 2’ se il cartellino è blu e 4’ se è rosso. Se la squadra è già in questa situazione, anzi, ha due inferiorità numeriche in corso e ne interviene un’altra, la durata di quest’ultima sarà invece di 5’.

2. Il gioco passivo in una situazione di inferiorità numerica

Quando una squadra gioca in una situazione di inferiorità numerica, deve rispettare tutte le norme sul gioco passivo. Quindi se recupera la pallina, il tempo massimo in cui può stare al di fuori della sua area di difesa è di 10’’, mentre se rientra qui di sua volontà deve uscire dalla stessa in 5’’. Infine, l’attacco si deve concludere entro 45’’.

3. Ammonizioni verbali

Il regolamento fa riferimento per l’esattezza a otto casistiche (che potrete trovare al punto 3 nell’articolo 30), nelle quali gli arbitri saranno tenuti a richiamare un atleta quando commette la prima infrazione e successivamente, se continuerà in questo comportamento, lo dovranno espellere.

4. Tiri diretti o di rigore: il comportamento degli arbitri

In caso di tiri diretti o di rigore, gli arbitri dovranno attendere l’esito del tiro. Un gol che viene segnato verrà sempre convalidato ma tutte le infrazioni successive al tiro saranno multate dagli arbitri, seguendo sempre il regolamento.

5. Il time out

Nel primo e nel secondo tempo della partita, in regime regolamentare, si potrà chiedere un secondo time out da 30’’.

6. Il cambio del portiere con un giocatore

Questa azione è consentita negli ultimi 5’ del secondo tempo, sempre se regolamentare, oltre all’ultimo minuto del secondo tempo ma supplementare.

Il corretto equipaggiamento

Chi partecipa al campionato di hockey inline ha bisogno prima di tutto di bastoni in legno oppure in un altro materiale precedentemente approvato e che comunque non abbia delle sporgenze. La lunghezza massima consentita è di 1,57 m a partire dalla base e fino all’estremità superiore ma non deve superare i 32 cm a partire dalla base e fino alla fine della pala.

I giocatori di movimento devono avere una lama del bastone larga almeno 5 cm e non più lunga di 9 cm. Per quanto concerne il portiere, la pala non può essere più larga di 14 cm e il bastone non deve superare i 39 cm.

Nell’hockey inline d’Italia ed estero si devono usare i pattini in linea, che possono essere composti da tre o quattro ruote, mentre i portieri possono usare quelli a cinque ruote, se queste sono più piccole. Se non parliamo di campionato italiano di hockey ma di quello internazionale, i quad, ovvero i pattini tradizionali, non sono ammessi.

Per quanto concerne le protezioni, tutti i giocatori a eccezione dei portieri sono obbligati a indossare i parastinchi, i guanti, le gomitiere, la conchiglia nella zona pelvica e i caschi per tutta la durata del gioco. I portieri, invece, devono indossare una pettorina e i gambali, che non possono essere più larghi di 30 cm.

Chi ha meno di 18 anni e fa parte della lega hockey, deve indossare anche la griglia oppure una visiera attaccata al casco, in modo da avere il viso protetto. Inoltre tutte le protezioni devono essere tenute sotto la divisa. 

 

Dimensioni del campo da hockey su pista

Il campo di hockey su pista in A1, che potete vedere quando assistete a una partita e prima di verificare i risultati del gioco, è una pista di pattinaggio lunga 40 m e larga 20 m, nella quale il rapporto tra lunghezza e larghezza deve essere di 2:1.

Deve inoltre essere chiusa da barriere di protezione alte massimo 1,20 m, mentre la parte bassa deve essere costituita da uno zoccolo di legno alto 20 cm. Infine, lungo i lati minori sono collocate delle reti di protezione.

Hockey in line e hockey su pista: le differenze

Non c’è alcuna differenza per quanto concerne le superfici sulle quali il gioco si svolge, ma:

– quando si parla di hockey inline, il contatto fisico tra i giocatori è consentito, mentre è vietato su quello su pista.

– nell’hockey su pista si usa una palla, in quello inline un disco

– i bastoni sono differenti, in quanto quello dell’hockey su pista ha l’estremità arrotondata e più corta.

Mentre i vostri figli si occupano di completare dei disegni da colorare per bambini e voi vi dedicate a consultare i risultati online della lega nazionale dell’hockey su pista, avete appreso un’altra differenza importante, che può anche farvi capire in quale sport cimentarvi!

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments