Giochi di logica più avvincenti per stimolare la concentrazione

Ultimo aggiornamento: 23.10.21

 

I giochi che attivano il cervello sono tra i preferiti a tutte le età, appartengono a quella categoria di passatempi intramontabili di sicuro successo

 

I giochi di logica sono perfetti per allenare la mente e mantenere uno stato di attenzione e concentrazione alto. Sono un esercizio importante i cui frutti si apprezzano anche in contesti diversi, dalla scuola alla vita sociale.

Più si allena il cervello, maggiori saranno le soddisfazioni che ne otterremo. Del resto gli studi dimostrano che la dedizione e la perseveranza rappresentano la migliore strada da seguire per avere successo. Allenare la mente così come si fa con i muscoli non può che essere la migliore arma per i bambini.

Pochi sanno che tra i migliori giochi di logica per bambini ci sono anche i puzzle, il tangram un rompicapo capace di stimolare anche la creatività. Insomma, a ben vedere, nelle camerette dei bambini c’è già un buon assortimento di giochi utili per stimolare il pensiero e allenare il cervello al ragionamento e alla risoluzione dei problemi.

 

Giochi per fasce d’età

Certo, i giochi per bimbi di 6-7 anni possono rivelarsi i più stimolanti dal punto di vista della complessità e struttura del gioco. Ma anche i piccolissimi possono allenare il loro talento innato nel trovare un ordine alle cose.

Per i piccolissimi, infatti, che non sanno ancora scrivere o riconoscere i numeri, si possono usare i colori e le sequenze. Esistono dei piccoli sudoku appositamente disegnati per i piccolissimi in cui i dati da inserire per ogni quadrante sono solo quattro e non i soliti nove. Al posto dei numeri si trovano colori o disegni, ma lo scopo di questi esercizi di logica rimane identico a quello più complesso per gli adulti.

Superare i limiti

Il pensiero laterale, thinking outside of the box, con la nota espressione inglese è uno dei talenti che si cerca di far sviluppare ai bambini di questa generazione.

Gli indovinelli di logica rappresentano una buona occasione per spronare il bambino a pensare oltre l’evidenza, leggendo il significato nascosto tra le parole. A volte questo tipo di indovinelli è strutturato in modo da contenere già la risposta al suo interno, ma camuffata con dati irrilevanti presenti solo per depistare l’attenzione. Mantenere un alto livello di concentrazione sull’obiettivo finale, la risoluzione dell’enigma, è un ottimo esercizio in grado di plasmare la mente e dominarne i processi intimi.

 

Il coding

Tra i giochi per la mente da proporre ai bambini a vari livelli d’apprendimento e comprensione, ci sono anche i rudimenti di programmazione.

Competenza, anche questa, che figura nel curriculum formativo delle generazioni contemporanee. Perché è importante apprendere a codificare? Di fatto è una buona occasione fornire ai piccoli le competenze necessarie per programmare i propri dispositivi affinché compiano le azioni attese. Un modo per dominare l’evoluzione del prossimo futuro in prima persona e non per mezzo del solo programmatore come avviene per lo più alla generazione dei genitori d’oggi.

I giochi di prestigio

Tra i giochi di intelligenza destinati a suscitare l’interesse dei bambini ci sono anche i trucchi di magia. Una maniera alternativa e molto creativa di sperimentare la scissione tra ciò che appare e ciò che è.

Infatti, nel praticare l’illusionismo a livelli adatti all’età del bambino, si esercitano competenze diverse e con effetti diversi. L’allenamento consente di allenare l’agilità necessaria per non rivelare i trucchi da mago, ma è necessaria la capacità di dominare il gap di conoscenza che c’è tra chi osserva e chi esegue lo spettacolo di magia.

In questo modo i bambini diventano anche protagonisti attivi dell’intrattenimento. Riescono a esercitare la propria influenza sul pubblico. Allenano talenti e competenze che possono rappresentare carte da giocare una volta adulti e inseriti nel contesto lavorativo.

 

La matematica è uno spasso

Una volta compresa la regola alla base dei giochi matematici è possibile che si sviluppi una certa dipendenza da questo tipo di attività. Infatti, rappresenta di per sé un linguaggio universale e ricco di stimoli variegati.

Risolvere indovinelli matematici produce una sensazione di gratificazione tale da spingere il giocatore a cercare nuove sfide. Una forma di dipendenza di certo molto più vantaggiosa rispetto ad altre che caratterizzano le più recenti legate alla fruizione di schermi digitali.

I rompicapo matematici hanno il pregio di essere sempre diversi eppure si possono basare su principi identici, quindi favoriscono un processo di apprendimento graduale. Il modo migliore per applicare le proprie conoscenze e farle fruttare.

Si può risolvere un indovinello matematico mentre si fa altro, magari mentre si aspetta che la lavatrice da campeggio termini il suo ciclo e si possa tornare a fare i bagni al mare.

Allenare il pensiero critico

Una delle competenze utili ai bambini oggi è lo sviluppo del pensiero critico. Si tratta di una competenza utile a discernere un ragionamento proprio da uno indotto. Quindi è il frutto di un processo di comprensione, discernimento, analisi e confronto che porta a elaborare una soluzione finale.

Un modo di pensare decisamente opposto a quello dell’impulsività tipica dei bambini. Eppure si tratta di una competenza che può essere allenata e sviluppata già in giovane età. E che si rivela una preziosa eredità da adulti, quando ci si scopre meno sensibili ai condizionamenti provenienti dal mondo esterno.

Tra questi giochi ci sono anche degli insospettabili. Anche loro in attesa di essere rispolverati e tirati via dall’angolo polveroso della stanzetta in cui si trovano. Buona parte dei classici giochi da tavolo è in grado di sviluppare questa competenza. Come per esempio il semplice Monopoly, oppure Indovina Chi, Scarabeo, Cluedo. Sono solo alcuni dei giochi più adatti allo scopo.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI