Giocare con i mattoncini: quattro vantaggi per bimbi e bimbe

Ultimo aggiornamento: 19.09.21

 

I giochi Lego hanno un alto valore educativo: aumentano l’autostima e possono aiutare a migliorare i rapporti sociali. Scopriamo insieme tutti i vantaggi.

 

La parola Lego nasce dall’unione di due termini danesi, “leg” e “godt”, una frase che è alla base della filosofia dell’azienda: “gioca bene”. Quello che oggi è conosciuto come uno dei marchi di giocattoli più famosi al mondo, nacque nel 1932 dal genio di Ole Kirk Kristiansen, che all’apparenza sembrava un semplice falegname, ma che ebbe l’idea migliore della sua vita. Inizialmente i celebri mattoncini erano piuttosto diversi da quelli che conosciamo ora: erano sprovvisti di cilindretti centrali, comparsi solo nel 1958, internamente vuoti e prodotti soltanto in due dimensioni.

Con il passare degli anni Lego ha realizzato numerose serie, ognuna indirizzata a una fascia d’età differente, per accontentare e far divertire tutti i membri della famiglia. I Duplo per esempio sono indicati fino ai cinque anni d’età, mentre i modelli Creator e Technic sono particolarmente apprezzati dagli adolescenti e gli adulti.

I giochi Lego hanno riscosso talmente tanto successo, da divenire oggetto di studio da parte di pedagogisti e psicologi di ogni parte del mondo, poiché hanno dimostrato l’enorme potenziale sullo sviluppo psicomotorio dei bambini durante la crescita.

 

Il divertimento è alla base dell’apprendimento

Far apprendere delle nozioni in modo divertente è ciò che ogni istituzione scolastica dovrebbe comprendere. Basandoci su centinaia di studi condotti dai più grandi psicologi dell’ultimo secolo, come per esempio Sigmund Freud, Karl Groos oppure Herbert Spencer, il divertimento rappresenta un elemento essenziale nella vita di un bambino. Secondo la teoria pedagogica del gioco infatti, i più piccoli imparano a confrontarsi con la realtà e gli altri coetanei attraverso tale strumento, che gli permette di interagire senza essere sottoposti a delle situazioni eccessivamente stressanti.

Giocando ci si prepara all’età adulta e all’ambiente lavorativo in maniera più adeguata, aumentando la propria autostima e sviluppando una maggiore propensione per la calma e le attività di gruppo. Tuttavia, non vogliamo far intendere che mettendo di fronte ai vostri figli delle costruzioni Lego questi diventeranno sicuramente ingegneri o imprenditori. Ciò che è certo, e scientificamente provato, è che facendolo potrete aiutarli a relazionarsi con gli altri, abituandoli inoltre a non rinunciare a svolgere compiti più difficili.

Sviluppo della calma e della concentrazione

In realtà, ciò potrebbe aiutare anche molti adulti che non sono in grado di controllare la rabbia e gli scatti d’ira. Infatti, di fronte a questi casi, generalmente causati da situazioni considerate molto frustranti, gli psicologi consigliano di dedicarsi a degli hobby, in cui è richiesta concentrazione ed estrema precisione.

Le costruzioni Lego si prestano molto bene a questo scopo: per esempio, i modellini della serie Creator, di solito composti da più di 2.000 pezzi, possono richiedere anche più di una settimana per essere completati. Lo stesso discorso potrebbe valere per i prodotti Technic, in cui è necessario realizzare innanzitutto il motore, affinché questo, una volta terminato, possa funzionare correttamente.

La parola d’ordine durante questi giochi è la perseveranza: fare degli errori spesso può comportare il disfacimento di tutta la costruzione, provocando nei bambini più irascibili dei momenti di cedimento psicologico, in cui ci sarà bisogno del vostro supporto morale.

 

Sviluppo delle capacità motorie e cognitive

Senza nulla togliere alle serie Lego classiche, sicuramente più fantasiose e belle a vedersi, i modelli Technic sono maggiormente indicati per aumentare le capacità cognitive e motorie dei ragazzi. Infatti, si tratta di costruzioni all’apparenza molto semplici, ma che richiedono una grande abilità pratica, oltre a un pregresso interesse nei veicoli e nella loro realizzazione.

Se non li avete mai provati, vi suggeriamo un articolo Lego Technic economico, come per esempio l’elicottero di salvataggio. Si tratta di un kit per piccoli ingegneri alle prime armi, poiché i movimenti che il modellino sarà in grado di compiere richiedono il supporto manuale.  Tuttavia sul sito ufficiale o tramite rivenditori autorizzati è possibile acquistare articoli più complessi, come per esempio una macchina da corsa o un camion articolato, che potranno essere telecomandati attraverso un dispositivo esterno oppure tramite un’app sul cellulare.

 

Aumento dell’autostima

Ciò che fa aumentare l’autostima nei bambini sono i giochi di problem solving: fin dai primi mesi di vita infatti, siamo stimolati a risolvere dei compiti, per poter sviluppare in modo fisiologico la nostra area cognitiva. Partendo dall’esempio più banale, appena nati dobbiamo “imparare” a stimolare la suzione per poter mangiare, cercando, con l’aiuto della bocca, il seno materno. Entro l’anno invece si apprende la differenza tra le forme e i colori utilizzando i giocattoli a incastro, prendendo inoltre confidenza con gli oggetti e i pesi differenti.

Grazie alle varie serie Lego, divise per fasce d’età, è possibile accompagnare i bambini lungo tutto il percorso di crescita, aumentando esponenzialmente la difficoltà delle costruzioni. Per i più piccoli infatti sono consigliati i modelli Duplo: dalle grandi dimensioni, per essere facilmente presi con le mani, mentre per i ragazzi dai nove anni in su sono disponibili gli articoli Technic, decisamente più complessi e sofisticati.

L’autostima e l’auto gratificazione sono degli elementi fondamentali nella vita di un bambino:  senza di questi non sarà in grado di relazionarsi adeguatamente con il mondo esterno, sentendosi inferiore e, talvolta, non riuscendo a portare a termine i suoi progetti.

Sviluppo delle abilità sociali

Nonostante si possa pensare che i giochi di costruzioni portino i bambini a isolarsi, in realtà non c’è niente di meglio per convincerli a collaborare in serenità con gli altri coetanei. Non è raro infatti trovare i mattoncini Lego o marche simili all’interno degli asili o dei nidi, per far divertire i bambini creando qualsiasi tipo di struttura. 

Inoltre, in uno studio condotto nel 2010, in cui una scuola elementare di Padova ne propose l’utilizzo alle prime due classi, è stato dimostrato come tale tipo di gioco potesse sviluppare l’area cognitiva e aumentare la percezione dello spazio. È molto importante stimolare i più piccoli a svolgere lavori di squadra: la cooperazione e la socializzazione sono la base della vita in una comunità, poiché non solo si apprendono delle regole, ma si impara a rispettare il pensiero e le abilità degli altri componenti.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI