Quattro cose da sapere prima di comprare un quad

Ultimo aggiornamento: 04.08.20

20

 

Ci sono una serie di aspetti da valutare attentamente prima di acquistare questo mezzo di trasporto e qui vi presentiamo quelli più rilevanti.

 

L’idea di sfrecciare su un quad vi affascina e da tempo state pensando di comprarne uno, nuovo o usato non importa, basta che sia bello e funzionante. Magari frenate un attimo gli entusiasmi prima di comprare il mezzo, potrebbero esserci delle cose a voi ignare e che invece sarebbe bene conoscere. Insomma, non basta avere il denaro necessario a comprare i quad più venduti ma per capire cosa vogliamo dire vi conviene leggere fino in fondo il nostro articolo, potreste scoprire delle cose interessanti.

Serve la patente

Come prima cosa dovete sapere che per guidare un quad serve la patente. Se non ce l’avete le possibilità sono due: la prima è conseguirla, la seconda ripiegare su una bicicletta. Ma esattamente quale patente serve? Fino al 2012 erano sufficiente la A e la A1 ma adesso bisogna essere in possesos di patente B o B1. 

Chiaramente avere la B1 non è la stessa cosa che avere la patente B, ci sono delle limitazioni nel primo caso. Come probabilmente saprete la B1 si può ottenere a 16 anni ma questa dà la possibilità di guidare soltanto quad con massa a vuoto massima di 400 kg e potenza di 15 Kw. I maggiorenni, invece, possono ottenere la patente B con la quale si possono condurre quad con massa a vuoto massima di 3.500 kg.

 

Il quad deve essere assicurato

Vi state chiedendo se è necessario assicurare il quad? Non è necessario, è obbligatorio. Pertanto prima dell’acquisto fatevi due conti in tasca tenendo presente di una spesa annua fissa (al netto di aumenti). Non possiamo darvi alcuna indicazione, neanche approssimativa, su quanto costa assicurare il mezzo perché le tariffe variano di molto a seconda della città dove si vive. 

Un altro fattore che determina il prezzo è l’età, ad esempio chi ha superato i 26 anni paga qualcosa in meno rispetto a guidatori più giovani (immaginiamo due persone della stessa città). C’è da considerare, poi, la classe di merito, quindi se in passato avete causato qualche incidente, pagherete di più. Se il quad è il primo mezzo che assicurate potete sfruttare la legge Bersani e ottenere la classe di merito più bassa che c’è in famiglia. 

Per risparmiare è opportuno confrontare le diverse tariffe proposte dalle compagnie concorrenti, fare preventivi e magari cercare di ottenere un prezzo scontato, insomma, anche se vi rivolgete all’assicurazione che ci fa il preventivo più basso, non accettate la prima proposta, è molto probabile che ve ne sarà fatta una seconda più vantaggiosa.

 

Quad usato

Fin quando comprate un quad nuovo, fresco di concessionaria, non ci sono problemi. I quad nuovi, però costano e non tutti dispongono del denaro necessario. In questo caso c’è sempre l’usato ma bisogna stare davvero attenti perché c’è il rischio di comprare un catorcio che potrebbe far spendere tanto di quel denaro in continue riparazioni da essere un pessimo affare, anche se al momento dell’acquisto pensavate di aver spuntato un prezzo vantaggioso. 

Tenet presente che per loro natura i quad vengono parecchio maltrattati visto che si usano per percorsi offroad. Meglio fare una serie di controlli. Il primo che ci viene in mente è richiedere una visura al P.R.A. così spendendo pochi euro sapete con certezza da quante mani è passato. Questo è solo un passaggio preliminare che non ci dice nulla di concreto sull’affidabilità del mezzo ma ci fa comunque tenere la guardia alta nel caso di tanti passaggi. Ad esempio, perché tanta gente se n’è liberata? 

Sarà meglio per voi avere un meccanico di fiducia che dia un’occhiata al motore. Anche l’impianto elettrico va verificato, così come il telaio. Chiedete la documentazione degli interventi eseguiti dalle officine autorizzate, in questo modo potrete sapere con certezza quanti chilometri ha sul groppone il motore e che tipo di riparazione sono state eseguite. Se la suddetta documentazione non vi può essere esibita o peggio, non ve la vogliono far vedere, forse è il caso di lasciar perdere e cercare altro. 

Insomma, avrete capito che pagare poco per l’acquisto di un quad non è sempre un affare e nella peggiore delle ipotesi un mezzo usato potrebbe arrivare a costare quasi come uno nuovo, a quel punto deciderete di rivenderlo a qualche altro ingenuo acquirente che non ha letto il nostro articolo.

Serve il casco

Se siete preoccupati per la vostra pettinatura, ci dispiace dirvi che a bordo del quad indossare il casco è obbligatorio. Il casco, inoltre, deve essere omologato. Indossarlo non è solo un obbligo di legge ma anche un gesto di buon senso perché il fatto che il mezzo abbia quattro ruote non esclude la possibilità di avere un incidente, anche grave.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments