Come organizzare un pigiama party per bambini

Ultimo aggiornamento: 01.12.22

 

Tenere a bada i più piccoli vuol dire anche organizzare ritrovi con gli amichetti: vediamo insieme come preparare il perfetto pigiama party

 

Se volete capire come organizzare un pigiama party senza sbagliare, avete bisogno di un piccolo aiuto: dagli inviti a idee originali, che includano giochi per bimbi di 8-9 anni o anche più piccoli, qui potrete trovare un po’ di tutto per non sbagliare e fare felici i vostri figli e i loro amichetti.

 

Qual è l’età più indicata?

Se state pensando a un pigiama party per bambini e vi state chiedendo se i vostri siano troppo piccoli o grandi per un evento del genere, sappiate che non esiste un’età più giusta per partecipare a un evento simile.

In realtà il momento più indicato è quello in cui il bambino è pronto per trascorrere una notte fuori casa e quindi può staccarsi dai genitori senza traumi. Sta quindi a mamma e papà capire quando il loro figlio può dormire una notte fuori casa senza conseguenze oppure se organizzare un pigiama party nella propria. 

Se non avete la certezza dell’indipendenza affettiva del vostro bambino, potete anche fare in modo che si senta rassicurato sondando prima il terreno, quindi conoscendo i genitori del bimbo che organizzerà la festa, accertarsi che i giochi del pigiama party siano adatti a lui, e così via.

Per darvi un’idea più concreta, in media i bimbi sono pronti verso gli otto anni di età, ma ce ne sono alcuni che possono dover aspettare anche fino ai dieci, quindi molto dipende proprio dal carattere del bambino stesso.

Tutti gli step da seguire

Avete deciso di ospitarne uno in casa ma non avete idea di cosa fare ad un pigiama party? Vi diamo qualche indicazione, partendo dal tema della serata.

 

Una serata a tema

Le cose da fare a un pigiama party sono davvero tante: il primo passo da fare per fare in modo che tutto il resto venga naturalmente è però proprio quello di scegliere il tema della serata, tra tutti quelli per i quali i bambini vanno matti.

Prendete spunto dalle loro passioni, che possono essere un cartone molto amato, gli animali, le attività o le professioni degli adulti dalle quali sono attratti, e così via. Tra i più gettonati ci sono di solito quello in stile campeggio, che può anche essere fatto all’aperto, se il clima lo consente.

In questo caso, se avete un giardino, potrete usare proprio delle tende per far dormire i bambini oppure usare dei bastoni e delle coperte, per ricreare dei nascondigli nei quali i bimbi possono dormire o anche leggere delle storie. 

Basandovi proprio su questo potrete stabilire cosa far mangiare a cena ai bambini oppure preparare delle bevande rinfrescanti, se la stagione lo permette, usando un buon tritaghiaccio per granite. L’idea del pranzo al sacco, in questo caso, li farà immergere ancora di più nell’avventura e preparare giochi di costruzione sarà la ciliegina sulla torta.

Restando nello stesso ambito, ideare una festa in stile giungla, magari facendo dipingere i visi dei bimbi o creando maschere con sembianze di animali, li farà immergere in un mondo fantastico e vivere un’avventura indimenticabile.

Anche ambientare il pigiama party nel mondo dei pirati è una valida idea, magari facendo anche trovare ai bimbi dei pigiami personalizzati come dono, con le effigi dei barbari del mare, le bende e i cappelli a punta.

Ma come comportarsi se le invitate sono tutte bambine? In questo caso dovrete accontentare le loro esigenze: sono fan delle principesse? Allora non lesinate lustrini, bacchette e un bel film Disney. Preferiscono le bambole? Se ne siete capaci, insegnate loro a costruire dei vestiti per le loro beniamine.

Gli inviti hanno uno scopo

Quella di creare degli inviti ben strutturati non è un’idea finalizzata a rendere più ufficiale la festa: al loro interno, infatti, inserirete anche una lista di oggetti che i bambini dovranno avere con sé: in questo modo non dovranno solo immaginare cosa portare ad un pigiama party.

Non solo, approfittate di questa occasione anche per conoscere le eventuali allergie dei piccoli, così da sapere cosa cucinare e non correre rischi.

 

Sistemare l’ambiente

Molto importante anche stabilire come organizzare e suddividere l’ambiente che dovrà ospitare i bambini, quindi considerare dove fare dormire tutti quanti, visto che sicuramente non vorranno essere separati. Questo vi permetterà anche di capire quanti ne potete invitare, di modo che ci sia posto per tutti.

Anche se dovranno stare comodi, è opportuno anche dare libero sfogo al gioco, quindi niente di male se volete inserire qualche materasso gonfiabile.

Quali attività organizzare

Un pigiama party è pur sempre una festa, per cui, dopo aver organizzato la camera o la casa per i vostri piccoli ospiti, passate alla scelta delle attività da proporre ai bambini. Saranno carichi di energie, quindi via libera a tutto ciò che coinvolge le mani, non solo per gli oggetti, ma anche per realizzare un pasto, anche per la colazione del giorno dopo.

Non trascurate di scegliere il film giusto, il cartone o anche di selezionare una favola della buonanotte, se sono bimbi piccoli, per rendere più divertente il momento dello stare tutti insieme. Se si tratta, però, di bambini un po’ più grandi, lasciate a loro la scelta di cosa fare, così da sentirsi per una notte più indipendenti da mamma e papà.

 

Le precauzioni

Visto che ci saranno bambini esterni, le precauzioni in fatto di sicurezza dovranno essere ancora più importanti. Non solo sarà opportuno assicurarsi che tutto ciò che è pericoloso non sia in giro, ma anche avere a portata di mano una cassetta del pronto soccorso, per intervenire quando è necessario (speriamo mai).

Appena i bambini saranno arrivati, comunicate quali sono le regole da rispettare, così da impartirgli una certa disciplina, meglio per mantenere quella che hanno già a casa. Ricordate di dire ai genitori gli orari in cui portare e venire a prendere i loro figli e non dimenticate di farvi dare un numero di telefono di riferimento.

Una certa attenzione va data al numero di bambini da invitare, in quanto non solo dovrete avere lo spazio adeguato, ma essere anche in grado di gestire un bel po’ di frugoletti: considerate in anticipo questo fattore, per non ritrovarvi con una situazione che non sapete come gestire.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI