Mare o montagna? Ecco dove andare in vacanza con i neonati

Ultimo aggiornamento: 19.09.21

 

Andare in vacanza con un neonato può sembrare un’impresa impossibile o pericolosa. Niente paura, vi aiutiamo a capire dove recarvi in tutta sicurezza!    

 

Programmare le vacanze con i neonati può essere un bel problema se si hanno molte paure: i bimbi piccoli infatti non possono venire con noi dappertutto, certamente non se vogliamo fare trekking o recarci in posti con climi estremi.

Se, però, siete disposti a fare qualche sacrificio, potrete avere con voi i bambini. Se godono di buona salute, il primo passo è fatto, in quanto potrete tenerlo con voi se non ci sono problemi del genere e anche se il viaggio da fare fosse lungo. 

Ed è possibile farlo volare? Certo: il viaggio aereo per il neonato non è controindicato, se si è passato il primo mese di vita. Inoltre può essere molto meno stressante della vacanza con i bambini piccoli, che spesso non si calmano neppure in compagnia del loro peluche preferito. 

 

Come godersi le vacanze con i bambini piccoli

Portare il bimbo in viaggio vuol dire prevedere qualche accortezza: se non intendete fare le vacanza in Italia al mare o in montagna, dovrete procurarvi i documenti anche per il piccolo. Dovrete poi capire che questa sarà un’esperienza diversa dalle precedenti, in quanto, se siete la mamma, avrete partorito da poco, quindi dovrete più rilassarvi che fare le notti brave.

Anche per questa ragione, potrete organizzare le vacanze con delle coppie di amici con bambini piccoli, così da essere in compagnia di chi può capire come state. Potrete magari cercare una baby sitter, per staccare un po’ ogni tanto. 

Se poi volete portare i bimbi a mare o in montagna, dovrete pensare anche alla location da scegliere: se avete un bimbo molto piccolo, meglio una casa o un agriturismo e non un hotel, visto che c’è maggiore elasticità negli orari.

Trovare sul posto o portare con sé una baby sitter è sempre una buona idea ma anche avere accesso a una lavatrice, visto che non potrete portare con voi tutti i cambi del bambino. La meta da scegliere per la vacanza con i bambini potrà essere il mare, meglio la spiaggia naturalmente, in una zona con clima temperato.

In montagna, invece, dovrete fare attenzione a scegliere la giusta altitudine per il neonato.

 

Lista valigia vacanze neonato

Se in passato siete state solite portare con voi tutto, ora dovrete fare un elenco di ciò che serve per il bambino: pappa, cambio, sonno e svago sono i quattro punti cardine attorno ai quali ruota il contenuto del bagaglio.

Sarà opportuno informarsi su tutto ciò che potrete trovare sul posto, in modo da non portare con voi ciò che non è strettamente necessario. Non dovranno mancare:

Un cambio di vestiti integrale nella borsa e il resto in valigia

Pannolini e salviette per il viaggio, perché il resto lo comprerete sul posto

Il latte in polvere, se non allattate al seno, con l’accortezza di preparare in anticipo i biberon che serviranno per il viaggio

I ciucci con la catenella

La copertina che il bimbo è solito usare e che lo tranquillizzerà con il profumo di casa.

Il fasciatoio da viaggio, un elemento indispensabile anche perché si piega e ripone facilmente

I sonaglini, i pendagli e tutti i giochi che il bimbo può usare per distrarsi

Tutti i medicinali che il bimbo deve eventualmente usare fuori casa 

 

Rendere il viaggio all’insegna del comfort

Per fare in modo che il viaggio sia confortevole, cercate di viaggiare nelle ore in cui il bimbo dorme, in quanto in questo modo non vi accorgerete nemmeno della sua presenza. Se avrete l’accortezza di avere con voi dei parasoli a ventosa, potrete attaccarli ovunque, in modo che il bambino non venga infastidito dal sole.

Procedete poi a vestirlo in modo che il cambio del pannolino sia un’operazione veloce. Cercate di distrarlo, parlandogli, cantando o dicendogli qualche filastrocca: in questo modo il tempo passerà veloce anche per lui. 

Fate soste opportune, così da fare qualche passo con il bambino, che si sentirà rassicurato e distratto. 

Se viaggiate in macchina

Dovrete certamente avere a disposizione il cosiddetto ovetto, nel quale mettere il neonato, per garantire la sua sicurezza. Poi, come detto in precedenza, potrete attaccare i parasole ai finestrini, mettere un po’ di musica che lo calmi e allattarlo quando la macchina è ferma. 

Attenzione a come vestirete il bimbo, in quanto non solo il suo abbigliamento dovrà favorire il cambio, ma dovrà anche proteggerlo, quindi sempre maniche lunghe e gambe coperte per non farlo contaminare da sole o vento. 

 

Se viaggiate in treno

Anche in questo caso ci sono alcune accortezze da seguire per fare in modo che il viaggio sia ottimale per voi e per il piccolo. In primo luogo prenotate il posto in anticipo, così da essere sicuri di avere un po’ di spazio in aggiunta sul quale cambiarlo.

Vestite il bimbo a strati, così da assicurare il suo comfort; se inizia a piangere, alzatevi e cullatelo un po’ tra i vagoni in modo da calmarlo. 

 

Se viaggiate in aereo

Fortunatamente quasi tutte le compagnie aeree sono ben organizzate per accogliere chi vuole viaggiare con un neonato. Prenotare per tempo significa assicurarsi elementi come la culla; se inoltre portate con voi carrozzine e passeggini, questi non costituiranno un bagaglio.

Altri consigli che possiamo darvi sono:

Non imbarcatevi per primi, perché non c’è una vera necessità di farlo.

Quando state per decollare o atterrare, date il ciuccio al bambino, così da prevenire i fastidi alle orecchie.

Acquistate il posto in anticipo, anche se questo vuol dire spendere qualcosa in più, in quanto portare il seggiolino auto è un grande vantaggio.

Abbiate l’accortezza di portare con voi la copertina o uno scialle

Non programmate il viaggio durante i periodi più freddi o in quelli maggiormente soggetti alle influenze.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI