Piccoli E Grandi Brividi: I Cinque Migliori Giochi Che Fanno Paura

Ultimo aggiornamento: 16.05.22

 

Esistono vari giochi spaventosi, da giocare con gli amici o in occasione di un pigiama party, che riscuotono sempre grande successo tra i partecipanti perché capaci di generare terrore e divertimento al tempo stesso. Fatevi prendere anche voi dallo spavento con uno di questi giochi di paura non adatti ai deboli di cuore.

 

Il presente articolo è dedicato a tutti gli appassionati di giochi horror, un genere sempre molto in voga che promette esperienze spaventose, capaci di tenere con il fiato sospeso e aumentare i battiti cardiaci.

Oggi vi proponiamo cinque concentrati di puro terrore che vi permetteranno di trascorrere una serata da brivido con gli amici o in famiglia. Siete pronti a dormire con la luce accesa? Allora, godetevi la nostra classifica dei giochi più paurosi da fare in casa.

 

1. Calling all ghost

La nostra lista dei migliori giochi che fanno paura si apre con un rituale horror non adatto a chi è debole di cuore. Per giocare a questo gioco pauroso non è necessario credere al mondo dell’occulto, poiché l’unica cosa di cui avrete bisogno sono solo un po’ di immaginazione e una notte senza luna. Anche se, in realtà, sarebbe preferibile giocare all’aperto, magari in bosco tetro con una lanterna in mano, una stanza buia o una cantina spettrale andranno altrettanto bene.

Una volta che i partecipanti si saranno disposti in cerchio, ognuno a turno dovrà tentare di evocare uno spirito o un fantasma, chiamandolo a bassa voce. Si può usare il metodo che si preferisce e, anche se non comparirà nessuno spettro, il potere della suggestione susciterà nei giocatori un forte sentimento di ansia misto a terrore e divertimento.

Restando sempre in tema horror, tra i giochi spaventosi sul mondo dell’aldilà da fare con i propri amici per trascorrere una serata all’insegna del brivido, consigliamo anche il rituale dello specchio. Questo gioco di paura si ispira alla storia di una ragazza vissuta nell’800 e lapidata a morte perché accusata di stregoneria.

La leggenda narra che il suo spirito si accanì contro tutti i presenti all’esecuzione, che furono ritrovati senza vita davanti a uno specchio. Per giocare a questo gioco bisogna, quindi, posizionarsi di fronte a uno specchio con una candela in mano e immersi nel buio più totale.

Fatto questo, occorre chiudere gli occhi e immaginare una giovane donna con indosso gli abiti dell’epoca. Il suo spirito apparirà alle spalle del giocatore ordinandogli di aprire gli occhi.

2. The Midnight Game

In tempi antichi, The Midnight Game (il Gioco della Mezzanotte, in italiano) aveva lo scopo di punire coloro che disobbedivano alle leggi della religione Pagana, mentre oggi fa parte dei giochi di paura che si fanno quando ci si annoia o si è alla ricerca di forti emozioni.

Ovviamente, come per la maggior parte dei giochi horror da fare in casa, è consigliabile non giocarci mai da soli, soprattutto se si è facilmente impressionabili. Le regole da seguire sono poche e semplici, ma la più importante riguarda l’orario, visto che per evocare l’uomo di mezzanotte (the Midnight Man) il gioco dovrà iniziare allo scoccare della mezzanotte, altrimenti il rituale non sortirà l’effetto sperato.

Su un foglio di carta si scrivono i nomi dei partecipanti e, una volta terminato, lo si bagna con una goccia di sangue del padrone di casa. A questo punto, si spengono tutte le luci e si mette il foglio davanti alla porta di casa, sotto una candela accesa.

Una volta rientrati, bisogna bussare 22 volte sulla porta chiusa (l’ultimo colpo deve essere dato allo scoccare della mezzanotte), riaprirla, spegnere la candela e chiuderla di nuovo.

In questo modo, avrete consentito al Midnight Man di entrare in casa e tutto quello che dovrete fare da questo momento in poi è girare per la casa buia e sfuggire allo spettro fino alle 3:33 del mattino, tenendo la candela rigorosamente accesa fino alle prime luci dell’alba.

Se la fiamma si spegne vuol dire che l’uomo di mezzanotte è vicino e, se avete troppa paura, potrete creare un cerchio di sale intorno a voi in modo che non possa prendervi.

 

3. The Answer Man

Si dice che il gioco più pauroso del mondo sia quello dell’Uomo delle Risposte, uno spirito maligno che, secondo un’antica leggenda popolare giapponese, è in grado di rispondere a qualsiasi domanda gli venga posta.

Per evocarlo servono almeno dieci persone disposte in cerchio, ognuna munita di un cellulare con il numero di chi è seduto alla propria sinistra. Dopo aver contato fino a tre, ogni partecipante dovrà spingere il pulsante di chiamata per contattare la persona che gli è seduta di fianco.

Dal momento che tutti i cellulari dovrebbero risultare occupati, nessuno dovrebbe rispondere. Solo un prescelto riceverà misteriosamente risposta e sentirà una voce – quella dell’Answer Man – all’altro capo del filo.

A questo punto, sarà possibile porgli qualsiasi domanda ma attenzione, perché dopo avervi risposto sarà lui a chiedervi qualcosa, e se darete la risposta sbagliata la sua mano nodosa vi strapperà via una parte del corpo. Nulla di cui preoccuparsi, insomma…

 

4. Cerca e uccidi

A differenza dei classici giochi in cui bisogna nascondersi, Seek and Kill è un gioco spaventoso che si caratterizza per l’effetto sorpresa e la presenza di alcuni elementi spettrali.

Si può giocare sia all’aperto sia in una casa totalmente buia. Una persona viene scelta per interpretare l’assassino e la sua mission sarà quella di trovare gli altri giocatori nascosti aiutandosi con una torcia.

Chi viene scovato dal killer dovrà gridare a squarciagola e recarsi al centro di una stanza designata della casa per sdraiarsi a terra come se fosse morto. Vince l’ultimo giocatore rimasto, che diventa l’assassino per la partita successiva.

5. Giochi paurosi per bambini

Visto che anche i bambini amano avere un po’ di paura, ci sembrava giusto inserire nella nostra lista dei giochi horror da fare a casa anche qualcosa adatto alla loro età.

In particolare consigliamo Ghost in the Graveyard (il Fantasma nel Cimitero), un gioco di paura da fare all’aperto con tre o più amici. Uno dei partecipanti si nasconde mentre gli altri rimangono in un’area scelta come base (una roccia, un albero o un porticato).

Dopo aver contato lentamente fino a venti per permettere al fantasma di nascondersi, i giocatori vanno a cercarlo e il primo che lo trova deve urlare: “Ghost in the Graveyard”. A questo punto, i vari concorrenti devono cercare di raggiungere la base senza farsi toccare dal fantasma.

Chi viene acciuffato diventerà il “Ghost” nel turno successivo. Se avete bambini molto piccoli e la zona in cui stanno giocando presenta diversi ostacoli che devono essere evitati, vi consigliamo di fornire a ogni giocatore una torcia.

E se dopo aver giocato a Ghost in the Graveyard la notte è ancora lunga, potreste intrattenere i piccoli amanti del brivido con qualche gioco da tavolo horror, come Cthulhu, A Touch of Evil e Arkham Horror, oppure con dei giochi antistress se durante il pigiama party di spaventi ne hanno avuti abbastanza.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI